CONDOMINO NON FARE LO STRUZZO, INFORMATI!! MA QUANTO DURA L’INCARICO DELL’AMMINISTRATORE?

disegno 2

 

L’amministratore non ha messo all’ordine del giorno la sua nomina perché nell’assemblea precedente avevamo accettato il rinnovo automatico. Come possiamo fare per cambiarlo? (lettera firmata)

 

 

Dopo l’entrata in vigore della riforma (data 18 giugno 2013) l’art. 1129 comma 11 c.c. prevede che “l’incarico di amministratore ha durata di un anno e si intende rinnovato per eguale durata” . Molti amministratori a fronte di questo articolo non inseriscono il proprio rinnovo nell’ordine del giorno. Ricordate inoltre:

All’atto della nomina e così anche ad ogni rinnovo l’amministratore DEVE:

  • presentare preventivo dettagliato del proprio compenso
  • dichiarare di possedere i requisiti per svolgere l’incarico di amministratore, di cui all’articolo 71-bis disp. att. c.c.,(esempio aver frequentato il corso di aggiornamento obbligatorio)

E’ sempre l’assemblea ad assumere i poteri di nomina/rinnovo/revoca con le medesime modalità: doppia maggioranza (teste e millesimi), cioè maggioranza degli intervenuti e almeno 500 millesimi

Che fare quindi?

Se l’assemblea non è ancora stata fatta, fate richiesta di inserire all’ordine del giorno il rinnovo dell’incarico o eventuale nuova nomina

Se l’assemblea è stata fatta, chiedere all’amministratore di indire una assemblea con il suo rinnovo all’ordine del giorno o eventuale nuova nomina.

 

 

 

Inviate le vostre domande a unac@confcommercio.net

seguiteci sulla pagina

FBUNAC NOVARA

questa rubrica la trovate anche sull’ECO DEL COMMERCIO nel Corriere di Novara del primo giovedì del mese

 

20140920_155423

LA RUBRICA DELLO STRUZZO VA IN VACANZA!!!

CI RITROVIAMO A SETTEMBRE